Posso mantenere un aspiratore nel laboratorio senza realizzare un camino di espulsione?

DomandeQuesta mattina abbiamo ricevuto una richiesta da un nostro cliente, una domanda molto comune:

“Sono titolare di un’azienda artigiana e vorrei abbinare un vostro aspiratore Euro 2 HPFH ad una sezionatrice verticale. Posso comunque usarla all’interno del reparto senza predisporre una immissione in atmosfera?

Visto che sono carenati si può eventualmente aggiungere un ulteriore filtro per evitare un’emissione in atmosfera?”

In pratica, il cliente chiede se può mantenere un’unità filtrante all’interno del laboratorio senza realizzare un camino di espulsione, magari aggiungendo un ulteriore filtro…

La domanda è molto interessante e comune… chissà quante volte te lo sarai chiesto!

Ma cosa dice la normativa italiana a riguardo?

Consulenza personalizzata


Un po’ di confusione

Sicuramente in questo specifico campo vige una mancanza di coordinamento tra gli Enti pubblici, lasciando spazio ad interpretazioni soggettive e spesso arbitrarie, dando agli operatori del settore un senso di incertezza sulle modalità e le procedure da seguire per ottemperare ai precetti legislativi.

In linea di principio, gli esperti di sicurezza e igiene industriale sconsigliano (e di fatto ne vietano l’applicazione) il ricorso ad impianti di abbattimento delle polveri con ricircolo dell’aria trattata in ambiente di lavoro. In particolare, di fronte ad inquinanti dotati di proprietà cancerogene o mutagene.


Timber and wood chips background


Nel settore del legno…

Ad esempio, nel caso delle lavorazioni del legno, la presenza di impianti di aspirazione collocati all’interno dell’ambiente di lavoro, senza espulsione all’esterno dell’aria aspirata, non risponde a corretti criteri di prevenzione. Questo in seguito al riconoscimento che la polvere di legno duro sia carcerogena.

Dunque, si può affermare che normalmente è sconsigliato il ricorso ad impianti di abbattimento delle polveri con ricircolo dell’aria trattata in ambiente di lavoro.


Eccezioni

Tuttavia, ci sono delle eccezioni. Infatti, la normativa regionale riconosce come in alcune situazioni lavorative, come ad esempio in attività artigianali ubicate in centri storici, vi siano difficoltà a portare le emissioni all’esterno. 

Questa eccezione è consentita, dunque, a micro-imprese artigiane che hanno volumi di lavoro relativamente contenuti, rispettando una serie di parametri molto ristretti, tra cui:

  • l’installazione di un sistema efficace di filtrazione aggiuntiva, in modo che l’aria in uscita abbia un grado di purezza molto elevato
  • l’installazione sull’unità filtrante di una serie di strumenti di controllo e sicurezza
  • una manutenzione ordinaria e straordinaria scrupolosa e registrata nell’apposito libretto manutenzione.

In conclusione

Normalmente non è accettato il ricorso ad impianti di abbattimento delle polveri con ricircolo dell’aria trattata in ambiente di lavoro. I casi in cui questo viene accettato sono pochi e del tutto particolari.


Hai ulteriori domande o desideri un aiuto? Contattaci

Prodotti Consulenza personalizzata

×

Scrivimi!

× WhatApp: posso aiutarti?